Menù

Hacker e device mobili: come prevenire qualsiasi attacco.

24 Novembre 2016
hacker e device mobili

Ogni giorno cresce la minaccia di possibili violazioni sugli strumenti tecnologici sempre più diffusi e alla portata di tutti: il cybercrime si evolve infatti di pari passo con lo sviluppo delle tecnologie e delle diverse offerte presenti sul mercato. Non a caso, gli hacker ultimamente hanno preso di mira proprio smartphone e tablet, che rappresentano la fetta di mercato più consistente in questo ambito: si stima che nei primi sei mesi del 2016, gli attacchi virtuali ai device mobili siano cresciuti del doppio rispetto ai primi sei mesi del 2015. 

Segnali di possibili malware

Quali sono i segnali di possibili violazioni a danno di smarthpone e tablet? Prestando la dovuta attenzione al proprio device, è possibile accorgersi in tempo di anomalie che possono rivelarsi anche gravi e difficilmente recuperabili se trascurate. Ad esempio, bisogna accertare le cause di eventuali improvvise problematiche con il funzionamento del telefonino: interruzioni o interferenze durante le chiamate non sempre sono collegate a problemi di rete, ma possono essere segnali dell’azione di qualche malware. Allo stesso modo, anche eventuali incrementi dei costi inattesi potrebbero rappresentare il segnale di un virus che opera nel device: in automatico si spediscono SMS a valore aggiunto o si attivano connessioni continue a servizi web a pagamento.
Ancora, bisogna mettersi in allerta, qualora si noti un eccessivo rallentamento rispetto alle normali funzionalità dello smartphone: i malware infatti interessano diverse risorse e creano blocchi rispetto al normale funzionamento degli strumenti tecnologici. E’ opportuno comunque verificare con attenzione se i rallentamenti abbiano altre cause meno gravi, come ad esempio l’installazione di App troppo pesanti o l’eccessivo utilizzo di memoria del dispositivo.

Anche un eccessivo consumo della batteria rispetto alle tempistiche abituali può destare dei sospetti, dal momento che numerosi malware sono costantemente attivi e di conseguenza esauriscono velocemente la carica. Altri segnali sono rappresentati da improvvisi e strani re-indirizzamenti mentre si sta caricando una pagina internet, oppure dalla comparsa di pup-up indesiderati o di altre forme pubblicitarie invasive.

Accorgimenti e rimedi

Sono diversi gli accorgimenti che si possono adottare al fine di rimediare ad eventuali violazioni dei propri device, o ancor meglio al fine di poterle prevenire. Innanzitutto sarebbe opportuno dotare il proprio smartphone o tablet di uno strumento specifico contro i malware, scegliendone uno tra i tanti presenti sul mercato, da ottenere tassativamente solo attraverso i canali ufficiali.

E’ bene inoltre controllare periodicamente il display del proprio apparecchio, con particolare attenzione alle applicazioni istallate, per accertarsi della presenza di eventuali cambiamenti o app indesiderate. Si consiglia inoltre di non aprire mai link presenti in messaggi dalla incerta provenienza, oppure in SMS insoliti (che possono essere utilizzati proprio come delle email spam).
Qualora sia stata accertata la presenza di anomalie, può essere di grande aiuto effettuare un hard reset del proprio device, riportandolo in tal modo alle impostazioni di default ed ottenendo così una completa pulizia del dispositivo. Sebbene vadano perse diverse informazioni personali, l’azione si rivela fondamentale ai fini di preservare lo strumento che abbia subito una violazione, riportando la situazione alla normalità.

Hacker e device mobili: come prevenire qualsiasi attacco. ultima modifica: 2016-11-24T11:27:30+01:00 da Staff


Tags


Perchè
scegliere noi

Prezzi
competititvi
Recupero
dati da
TUTTI
i dispositivi
PAGHI
SOLO
i dati che
recuperiamo
MASSIMA
riservatezza
dei vostri dati