Menù

Come recuperare i dati da Android

26 Maggio 2019
recupero dati da Android

Nel post di oggi, vediamo alcuni spunti e consigli su come recuperare i dati su uno smartphone con sistema operativo Android. I motivi per cui si può incorrere nella perdita dei propri dati sono diversi, si va dalla cancellazione accidentale, fino al danneggiamento del device. Ma andiamo con ordine, analizziamo prima alcune delle caratteristiche specifiche del sistema Android.

Caratteristiche del sistema operativo Android

Android si contraddistingue rispetto alla concorrenza per il fatto di essere un sistema operativo aperto. Ma che significa? Attraverso la funzione del rooting gli utenti hanno la possibilità di personalizzare il sistema, fino anche a stravolgerlo, accedendo ad aree di norma non accessibili in altri sistemi operativi.

Tra i tanti usi che si possono fare del rooting vi è anche quella di installare applicazioni particolari. Soprattutto se non si è utenti esperti, bisogna muoversi con una certa cautela nel servirsi della procedura di root. In caso di successivi malfunzionamenti, si può pure incappare in problematiche nel far valere la garanzia del proprio smartphone.

Aggiungere applicazioni non ufficiali sul proprio dispositivo inoltre, può anche comportare l’installazione di malware o software in qualche modo dannoso. Dunque muoversi in tal senso solo se si sa quel che si fa (o evitare del tutto).

Per approfondire su alcune applicazioni Android dannose, vedere il post Malware di Android.

I dati persi su Android

Le fattispecie che possono comportare la cancellazione dei dati su uno smartphone Android sono diverse. Possiamo sostanzialmente distinguerle in due filoni:

  • Problematiche lato software: ad esempio l’aggiornamento del sistema, un bug su un’app, un malware o una personalizzazione del sistema non andata per il verso giusto.
  • Problematiche lato hardware: qui vi rientrano le varie tipologie di danneggiamento del device. Urti, cadute accidentali, cellulare caduto in acqua, usura della batteria o di una componente specifica del dispositivo, ecc.

La cancellazione dei dati sul proprio smartphone può pure essere accidentale. In tal caso occorre ribadire una considerazione già fatta in altri articoli. Quando cancelliamo qualcosa, l’eliminazione non è in un primo momento definitiva. Questa avviene davvero quando altri dati sovrascrivono i precedenti.

Quindi i dati cancellati finiscono, in un primo momento, in un’area che, anche se non è accessibile all’utente, lo è invece in sede di recupero dati. Dunque in caso ci si è resi conto di aver cancellato in modo accidentale qualcosa sul proprio smartphone, la prima cosa assolutamente da fare è utilizzare il meno possibile il device, in modo da prevenire sovrascritture dei dati stessi.

Cosa fare in caso di cancellazione dati su Android

Mantenere la calma! Può sembrare banale, ma spesso in preda alla “disperazione” si può essere tentati a implementare la prima soluzione letta su internet. Abbiamo visto come intervenire su uno smartphone bagnato con il phon, o inserirlo in un barattolo di riso, sono “rimedi” che nella migliore delle ipotesi non servono a nulla.

Dunque nessuna operazione azzardata, soprattutto se non si sa minimamente cosa si sta facendo. Il recupero dati è un’attività spesso complessa, che richiede conoscenze e strumenti idonei, ciò vale per i dispositivi Android come per qualsiasi altro device.

Per approfondire, vedere: recupero dati smartphone.

In caso di problematiche rientranti nell’ambito software, può rivelarsi necessario intervenire sul firmware della casa madre per aver accesso a porzioni di memoria inaccessibili agli utenti. Operazioni che nella stragrande maggioranza dei casi non possono essere fatte in modalità amatoriale.

Ma il “fai da te” è quasi sempre impossibile in caso di problematiche nell’ambito hardware. In caso di smartphone danneggiato pesantemente potrebbe sembrare impossibile recuperare alcunché. Ci sono fattispecie invece dove il recupero è ancora possibile in laboratorio, grazie alla tecnica del chip off, ovvero l’estrazione del chip di memoria dalla scheda madre. In tal caso, estraendo il chip, il recupero può avvenire anche nei casi dove il funzionamento del device è invece impossibile da ripristinare.

Come recuperare i dati da Android ultima modifica: 2019-05-26T18:44:40+02:00 da Francesco


Tags


Perchè
scegliere noi

Prezzi
competititvi
Recupero
dati da
TUTTI
i dispositivi
PAGHI
SOLO
i dati che
recuperiamo
MASSIMA
riservatezza
dei vostri dati