Menù

Recupero dati da Cellulare

8 Luglio 2019
Recupero dati da cellulare

Negli ultimi anni i dispositivi mobili sono cresciuti enormemente, in diffusione e utilizzo, tra tutte le fasce di popolazione in tutto il mondo. Gli smartphone hanno soppiantato i dispositivi desktop, sia nella navigazione web, sia spesso per quanto riguarda l’archiviazione dei dati.

Il nostro smartphone ci accompagna nelle attività di ogni giorno e al suo interno custodiamo dati importanti a livello lavorativo, foto, contatti e ricordi personali. Vista la centralità dei dispositivi cellulari e smartphone, la perdita dei dati, derivante da guasti o problemi lato software, può essere un vero e proprio “dramma”.

Recovery Data ti assiste nel recupero dati su cellulari e smartphone, sia di ultima generazione, che più datati. Gli interventi sono indipendenti dal modello o dal sistema operativo utilizzato.

Vediamo quindi le cause della perdita dei dati su un cellulare e cosa fare per recuperarli prontamente.

Cellulare rotto, morto o danneggiato? Quali dati puoi recuperare

All’interno di un dispositivo cellulare o smartphone è possibile recuperare una grande quantità di dati di varia tipologia:

  • Contatti nella rubrica telefonica
  • SMS
  • Foto, video ed altri contenuti multimediali
  • Chat Whatsapp e Messenger
  • E-mail
  • Note e altri documenti
  • Dati relativi alla navigazione sul web

La tecnologia odierna consente di recuperare i dati anche da dispositivi non funzionanti o gravemente danneggiati. Ciò perché non si rende necessario “accedere” allo smartphone per recuperare i dati.

Quest’ultimi verranno estratti direttamente lavorando sul chip di memoria interno al dispositivo. In tal modo, anche se il cellulare ha subito un danno esteso, ad esempio schiacciamento o allagamento, lavorando in laboratorio è possibile il recupero dei dati con percentuali di successo eccellenti.

Cellulare rotto: le fattispecie che possono comportare perdita dei dati

Un aggiornamento non andato a buon fine, una formattazione accidentale, l’installazione di app nocive o di malware, questo genere di problematiche possono comportare la perdita dei dati su uno smartphone o cellulare.

In tutti questi casi, siamo nell’ambito di un problema lato software. Si può essere portati a pensare che si tratta di interventi più semplici, che magari basta installare uno dei tanti software di recupero dati presenti sul mercato.

In realtà sono frequenti i casi dove il recupero dati passa per la manipolazione del firmware della casa madre del nostro dispositivo. Questa infatti consente di accedere a porzione della memoria interna altrimenti non accessibili.

In altri casi invece la perdita dei dati passa per un guasto lato hardware o un danneggiamento fisico. Display rotto, un corto circuito, un cellulare morto per usura nel tempo, sono tutti esempi di problemi sul versante hardware.

Il danneggiamento fisico di un cellulare o smartphone può derivare da una caduta, allagamento (magari con acqua salata, notoriamente più corrosiva), schiacciamento, incendio e spesso in alcuni di questi casi il ripristino del funzionamento del dispositivo non è più possibile.

Come abbiamo già visto sopra, il recupero dati invece è possibile anche in situazioni all’apparenza senza speranza. Attraverso ambienti sterili come la Camera Bianca, attrezzature specializzate e personale d’esperienza, i dati possono essere estratti e trasferiti su un altro dispositivo.

Cellulare rotto: i rischi del fai da te

Molti utenti che si trovano a dover fare i conti con un cellulare rotto e con la perdita dei dati, spesso, in prima istanza, optano per il fai da te. Ma quali sono i rischi?

In genere il fai da te è molto più frequente in caso di problematiche lato software. In questi casi, con l’ausilio di guide trovate sul web, molti utenti decidono di affidarsi a software specifici creati con lo scopo di recuperare i dati.

Occorre però fare chiarezza su un aspetto centrale nel recupero dati. La cancellazione di questi avviene generalmente per sovrascrittura. Dunque, per dirla semplice, il dato è davvero cancellato quando viene rimpiazzato da un altro.

Installare in preda al panico diversi software per il recupero dati sul proprio dispositivo dunque, può paradossalmente ottenere l’effetto opposto. Quindi meno si andrà a intervenire sull’archiviazione dei dati nella memoria, maggiori saranno le possibilità di recuperare i vecchi file e contenuti.

Ma il fai da te spesso riguarda anche i casi di danneggiamento esteso del cellulare. Alcune soluzioni che si leggono sul web sono piuttosto improbabili e in alcuni casi controproducenti (per approfondirne alcune, vedere il post sul cellulare caduto in acqua).

In conclusione, come ci si affida a professionisti in tantissimi altri settori, anche il recupero dati andrebbe seguito da chi possiede know how e mezzi per portarlo a termine con il più alto grado di successo.

Contattaci se ti serve assistenza per il recupero dati sul tuo cellulare o smartphone.

Recupero dati da Cellulare ultima modifica: 2019-07-08T10:33:05+01:00 da Francesco


Tags


Perchè
scegliere noi

Prezzi
competititvi
Recupero
dati da
TUTTI
i dispositivi
PAGHI
SOLO
i dati che
recuperiamo
MASSIMA
riservatezza
dei vostri dati